Corsi di Cucina per Appassionati

Cliccate qui per scaricare l'elenco completo dei Corsi 


Da quest’anno doppio appuntamento: lunedì e martedì


La cadenza dei corsi è settimanale dalle ore 18 alle 21. 


Durante il corso dell’anno, alcune lezioni potranno subire delle variazioni di data in concomitanza con gli impegni degli Chef coinvolti nei corsi.

Quest’anno abbiamo suddiviso i costi solamente su due fasce: € 35,00 ed € 40,00


Oltre al costo della lezione, al corsista verrà richiesta una tassa annuale di iscrizione di Euro 8,00 che prevede l’associazione alle attività corsuali per l’anno accademico 2016/2017: tale cifra comprende la copertura assicurativa per qualsiasi infortunio dovesse occorrere durante la frequenza dei corsi.


In caso d’iscrizione a corsi successivi al primo, è previsto solo il pagamento della quota corso, senza necessità di una nuova iscrizione. 


A tutti i corsisti verrà rilasciato un attestato di frequenza. 


Sono disponibili anche Buoni Regalo.


La Scuola di Arte Culinaria “In Cucina” si trova in via Carloni 8 a Como, nei pressi della stazione Como Borghi, presso l’Istituto Alberghiero “Gianni Brera” dove le lezioni avranno luogo nel nuovo Laboratorio di Tecniche di Base, dotato di postazioni individuali.


La Segreteria dei corsi risponde al numero 031 5378 912 (info@alcasnati.it)


ISCRIVITI AI CORSI


Promozione



Corsi brevi di avviamento alla professione organizzati in base al QRSP

CHEF / CUOCO

Clicca qui per scaricare il foglio notizie in formato PDF   

Il corso è per tutti coloro che vogliono comprendere in modo approfondito se il mondo della enogastronomia può rappresentare una valida opportunità lavorativa sui cui basare il proprio futuro.

Per questo motivo, il corso si rivolge a persone prive di esperienza, provenienti da ambiti professionali o scolastici diversi da quello gastronomico e alberghiero.

Un requisito indispensabile, che deve accomunare tutti i partecipanti, è l’essere in possesso di un diploma di maturità (o di Esami di Stato). Sono tanti i giovani che hanno frequentato una Scuola Superiore ottenendo una preparazione e un titolo che non hanno offerto possibilità lavorative e che guardano al mondo della ristorazione come una valida alternativa.

Oppure  altrettanto numerosi coloro che, avendo  perso l'occupazione, o che non sono soddisfatti di quella svolta,vedono in questo corso un’opportunità da non perdere per seguire la propria passione e riposizionarsi nel mondo lavorativo.

Un aspetto importante, da non sottovalutare, è la passione che deve animare questa scelta, sì affascinante e stimolante, ma che comporta sicuramente, a fianco di notevoli soddisfazioni, anche dei sacrifici.

Il corso si articola in 100 ore, suddivise in 10 settimane, con una frequenza bisettimanale di 10 ore così ripartite: 2 ore di teoria (il venerdì dalle ore 15 alle 17) e 8 di laboratorio di cucina (il venerdì dalle 17 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 13).

Si tratteranno i seguenti argomenti (fra parentesi il numero di lezioni dedicate):

Tecniche di base (2)

Le salse madri (1)

Minestre (2)

Paste (2)

Gnocchi (1)

Riso (1)

Carne (3)

Prodotti ittici (3)

Pasticceria (3)

Piatto unico (1)

Panetteria (1)


Le lezioni di teoria tratteranno di tecnologia alimentare, alimentazione, merceologia, organizzazione e gestione aziendale, igiene e sicurezza sul lavoro.

Importante per il raggiungimento degli obiettivi sarà il lavoro che dovrà essere svolto a casa.


Il corso si inserisce nel Quadro Regionale degli Standard Professionali della Regione Lombardia, nella microarea denominata: Servizi Turistici, ed è quindi costruito secondo regole coerenti con i modelli nazionali ed europei che mirano alla realizzazione di standard professionali e, quindi, le competenze e conoscenze acquisite con la frequenza saranno alla fine certificate con attestato.

Durata del corso: 100 ore + esame finale

Frequenza:   10 ore settimanali (10 settimane), il venerdì e il sabato

Calendario:  da venerdì 12 febbraio a sabato  23 aprile 2016. L’esame si svolgerà venerdì 29 aprile 2016

Materie:   laboratorio di cucina, scienza dell’alimentazione, scienza e tecnologia alimentare, cultura e sicurezza del lavoro, merceologia

Costo:   € 1.200,00 incluso il materiale di consumo durante le esercitazioni di laboratorio.

Pagamento:  € 200,00 al momento dell’iscrizione. Il saldo va effettuato entro la prima settimana di corso.

  Possibilità di rateizzazione

Iscrizioni  A partire da lunedì 11 gennaio 2016

Requisiti per l’accesso: diploma di scuola media superiore

Attestazione rilasciata:   al termine del percorso, con il superamento delle prove finali, si certificheranno le competenze previste per il completamento del profilo proposto dal Q.R.S.P.



Cooking Class

La Scuola di Arti Culinarie "In Cucina" mette a disposizione degli operatori turistici e delle Aziende le sue cucine per l'organizzazione di Cooking Class.

Le lezioni avranno carattere pratico (hands-on) e non dimostrativo e, grazie alle dimensioni delle cucine, si potranno ospitare gruppi numerosi, anche di 50 persone.
Il lavoro sarà organizzato in gruppi di 10-12 persone e ciascun gruppo sarà seguito da uno chef e da un interprete.
A ciascun gruppo verranno assegnate delle ricette da eseguire e, in base al tempo a disposizione, ciascun gruppo potrà recarsi al vicino supermercato per acquistare gli ingredienti necessari per preparare poi le ricette.
I partecipanti alle lezioni avranno modo di consumare quanto da loro preparato, il tutto accompagnato sempre da un vino che si accompagni alle ricette lavorate.

Le Cooking Class sono organizzate secondo i seguenti orari e giorni:
dalle 10:30 alle 14:00 e oltre: il sabato, la domenica e nei giorni festivi da settembre a maggio
dalle 10:30 alle 14:00 e oltre: tutti i giorni della settimana da giugno ad agosto
dalle 17:30 alle 21:00 e oltre: tutti i giorni della settimana durante tutto l'anno



ALIMENTAZIONE E SALUTE

CONOSCERE IL CIBO PER MANGIARE PIU’ SANO


“Siamo fatti di quello che mangiamo”


Ma sappiamo esattamente cosa mangiamo e cosa acquistiamo al supermercato? Sappiamo leggere in modo corretto l’etichetta alimentare che dovrebbe svelarci tutto sul prodotto? La scelta è veramente vasta e spesso le informazioni provenienti da giornali, televisione e pubblicità non riescono ad aiutarci.


Si parla molto negli ultimi anni di buona alimentazione, di stile di vita sano, di diete nutrizionali che migliorano la nostra qualità di vita. A volte, però, pur se queste scelte si basano su buoni principi, la frenesia della vita quotidiana e la non completa conoscenza dei fattori nutritivi ci spingono a compiere accostamenti alimentari non corretti né equilibrati.


Lo scopo di questi incontri è di illustrare come scegliere i prodotti migliori per rendere il cibo un alleato della nostra salute, e di sottolineare le differenze tra le diverse tipologie dello stesso prodotto per effettuare una scelta più consapevole sulla base delle caratteristiche nutritive dell’alimento e delle abitudini alimentari di ognuno di noi.


Analizzeremo gli alimenti più “discussi” e gli stili alimentari più di moda in questi anni e fornendo delle spiegazioni approfondite per decidere consciamente cosa mettere in tavola.


I 12 incontri inizieranno alle ore 17:30 seguendo il calendario qui di seguito riportato:

Lunedì 29 febbraio 2016   Zuccheri e dolcificanti ipocalorici a confronto

Lunedì 7 marzo 2016   I cereali I: frumento e riso

Lunedì 14 marzo 2016   I cereali II: cereali minori e prodotti glutine free

Lunedì 21 marzo 2016   Latte di mucca, di capra e latti vegetali a confronto

Lunedì 4 aprile 2016           Sfatiamo il mito che frutta e verdura facciano sempre bene

Lunedì 11 aprile 2016         Scelta delle materie prime e loro conservazione

Lunedì 18 aprile 2016         Differenze fra l’essere vegano o vegetariano

Martedì 26 aprile 2016       Additivi: leggiamo bene le etichette

Lunedì 2 maggio 2016       I diversi tipi di sale

Lunedì 9 maggio 2016       Succhi di frutta: analisi e confronto tra loro

Lunedì 16 maggio 2016     Grassi a confronto: oli, burri e margarine

Lunedì 23 maggio 2016     Farina, uova e… dolci


Ecco in dettaglio il contenuto degli incontri

Lunedì 29/02 Zuccheri e dolcificanti ipocalorici a confronto; che differenza c'è tra i diversi tipi di zucchero, ma soprattutto i dolcificanti naturali e artificiali cosa sono? I cibi light, ma comunque gradevoli, cosa contengono in realtà? ?

Lunedì 7/03  I cereali I: frumento e riso. Ora in commercio vi sono diversi tipi di pasta per diversi prezzi, semplici o arricchite di sostanze “utili” a detta delle pubblicità. Ma è veramente cosi? Esistono diversi tipi di riso con diversi impieghi e diverse cotture. Ognuno ha delle caratteristiche che lo rende particolare. ?

Lunedì 14/03  I cereali II: cereali minori e prodotti gluten free. La celiachia ha portato ad avere sempre più prodotti gluten free. Ma sono indicati solo per le persone celiache o sono salutari per tutti? ?

Lunedì 21/03  Latte di mucca, di capra e latti vegetali a confronto. Le caratteristiche nutrizionali e i diversi impieghi o utilizzi. Parliamo anche dei diversi tipi di yogurt (di mucca, povero di lattosio, greco, di capra). ?

Lunedì 4/04  Sfatiamo il mito che frutta e verdura facciano sempre bene: una grande importanza è data dagli abbinamenti e dai tipi di cottura.

Lunedì 11/04  Molto importante è sicuramente la scelta delle materie prime, ma altrettanto importante è la conservazione delle stesse anche a casa. Come organizziamo il frigo e la dispensa per non avere sprechi alimentari. ?

Lunedì 18/04  È in aumento la percentuale di vegani e vegetariani; analizziamo le differenze tra queste diverse diete e presentiamo tipi di piatti ben equilibrati.

Martedì 26/04  Additivi: leggiamo bene le etichette soprattutto per coloranti e conservanti. Facciamo chiarezza tra queste sigle. ?

Lunedì 2/05  Il sale viene consumato in maniera eccessiva: analizziamo i diversi tipi e valutiamo le scelte migliori per la nostra salute.

Lunedì 9/05  Succhi di frutta: analizziamoli insieme e confrontiamoli tra loro. Negli ultimi anni stanno prendendo anche sempre più importanza le centrifughe e gli estrattori, vediamone le similitudini e le differenze. Nella categoria bevande analcoliche troviamo anche le bibite sia zuccherate sia light e gli energy drink: cosa sono in realtà? ?

Lunedì 16/05 Grassi a confronto: olio extravergine di oliva, olio di palma, olio di semi e olio di colza. Ma non dimentichiamoci dei diversi tipi di burro, ottenuto per affioramento o per centrifuga, e della margarina.

Lunedì 23/05 Farina, uova e… dolci. La farina bianca viene considerata uno dei “quattro cavalieri dell’Apocalisse” e le uova dannose perché ricche di colesterolo. Vediamone le caratteristiche e le possibili alternative per dolci e merendine da fare in casa, sicuramente più salutari di quelli acquistati.